Grande accoglienza per il CT Sandro Cuomo a Senigallia

Cuomo incontro 2Cuomo incontro 1

Una sala gremita di persone ha accolto Sandro Cuomo, Commissario Tecnico della Nazionale Italiana di Spada, nella splendida cornice della Rotonda a mare di Senigallia, in occasione dell’incontro di domenica 12 ottobre, primo di una serie di eventi per celebrare i venticinque anni dalla fondazione del Club Scherma di Montignano Marzocca Senigallia, grazie all’opera del maestro Ezio Triccoli.

Dopo i saluti del Sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi e delle autorità sportive, Fabio Sturani Presidente del Coni Marche e Stefano Angelelli Presidente del Comitato Regionale FederScherma Marche, è stata data lettura di una lettera dell’On. Giuseppe Orciari, storica guida del locale club di scherma e a tutt’oggi Presidente onorario.

Il Presidente della società sportiva Francesco Santarelli ha, quindi, ringraziato tutti i presidenti, i componenti dei direttivi che si sono succeduti in questi venticinque anni, il partner ufficiale Simply Market ed i partner Banca Suasa e Metal Art che hanno permesso al Club di crescere. Ha, poi, introdotto Sandro Cuomo commentando alcuni video dei successi più rilevanti e leggendo brani gustosi tratti della sua autobiografia.

Grazie alla sapiente conduzione del giornalista Elpidio Stortini, il CT della Nazionale ha ripercorso le tappe della sua brillante carriera internazionale, impreziosendo l’intervento con aneddoti e ricordi personali come quello del rapporto con il padre durante le gare o quello, ben più difficile, con i professori che non vedevano di buon occhio le sue numerose assenze per impegni sportivi.

Per i giovani atleti della compagine schermistica locale è stata l’occasione di assistere a una grande lezione di sport e di vita, che pure ha coinvolto ed emozionato i genitori e il folto pubblico intervenuto alla serata.

Un grande esempio di umanità, sensibilità e alto senso dei valori, questo è emerso dalle parole di Cuomo, che non ha mancato di rivolgere un appello forte ai genitori che sovente gravano i propri figli di aspettative eccessive, privandoli di un sano e sereno approccio allo sport.

A riprova della grande partecipazione emotiva della platea, numerose sono state le domande che il pubblico ha indirizzato al Commissario Tecnico al termine del suo intervento.

In conclusione di serata la Società di scherma ha donato a tutti i giovani atleti presenti in sala il libro “Una vita in pedana” scritto recentemente da Sandro Cuomo, ad uso dei bambini che si avvicinano alla scherma, con autografo personalizzato dall’autore.

Dopo i saluti di rito, il Presidente Francesco Santarelli, ha ringraziato gli intervenuti e ha invitato tutti all’aperitivo offerto dall’enoteca Tregalli.